Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
VarieViaggi e Vacanze

Vacanza con neonato: Riccione è una certezza

Durante la gravidanza mi ero ripromessa di non andare in ferie con un neonato, pensavo sarebbe stato complicato ma una volta arrivato il mio piccolo, le notti in bianco si sono fatte sentire e con loro anche la mancanza di voglia di cucinare, rassettare casa, fare le lavatrici… ecco quindi che i buoni propositi sul non fare le ferie per una estate sono bellamente saltate e già da fine maggio ho iniziato a scalpitare per organizzare una vacanza al mare

Era il mio primo figlio e non ho mai smesso di farmi domande come “ma gli farà male un viaggio di 3 ore così piccolo?” “sarà davvero il caso di portarlo al sole, al mare e vicino alla sabbia?” “non sarò troppo egoista?”.

Ovviamente, io e tutte le mie paturnie, ci siamo consultate con il pediatra che ho capito essere un po’ anche supporto morale delle neo-mamme ed ecco che ho avuto le mie risposte: avevo la “benedizione” per partire. Non vi dico la felicità… se non fosse per la classica domanda che ci ha un attimo messo in crisi: dove andiamo? Io che con il mio compagno ho sempre girato il mondo, eccoci qui con uno scricciolo di pochi mesi a dover decidere della sua prima avventura. 

Vacanze al mare con bambini appena nati: dove andare?

Nonostante avessi il benestare del pediatra ho compreso che una sfacchinata di ore e ore in auto non era certo la scelta migliore, non tanto per il piccolo ma per noi genitori! Ecco quindi che dopo aver navigato un po’ in rete, aver letto forum e blog di mamme che ci sono passate prima di me mi sono lasciata guidare un po’ dall’istinto e ho trovato la soluzione perfetta: la Riviera Romagnola.

Sì, perché non è mica solo quella delle discoteche che ricordavo da ragazzina. La Romagna è un territorio PAZIENTE e già abituato a gestire i bambini. Insomma, l’opposto di me e del mio compagno!

Neonati al mare: l’importanza del family hotel

Prima di diventare mamma ho sempre pensato che i family hotel fossero qualcosa di simile ad un villaggio turistico dove i genitori venivano costretti ad interminabili maratone di recite, rendendo le vacanze un vero e proprio incubo. Ora che sono mamma e ho avuto modo di provarli però, mi sono resa conto che le cose sono davvero diverse.

Sì, la baby dance c’è comunque. E anche le recite talvolta. Ma ci sono anche tantissimi servizi aggiuntivi che salvano la vita! Nella maggior parte dei casi sono presenti aree gioco e menù ad hoc (che non ho avuto modo di provare avendo il pupo in allattamento). Quello che mi ha colpito però è la grande elasticità negli orari, il fornire camere spaziose così da poter montare lettini e tutto l’occorrente per i più piccoli e soprattutto un rispetto incredibile della pulizia tanto da poter fare gattonare i piccoli a terra in camera senza pensieri.  

Come ho trovato l’hotel giusto per noi?

La risposta è una sola: internet. Ma non mi sono messa certo a scandagliare tutto il web alla ricerca di una risposta, ho pensato di utilizzare una soluzione facile, veloce, immediata e soprattutto ordinata che mi ha consigliato un’amica che aveva avuto la stessa idea qualche settimana prima. Mi ha detto “la mia salvezza è stato hotelriccone.travel”, ed ecco che mi sono messa a cercare un family hotel a Riccione dotato di ogni comfort tenendo sotto controllo il budget proprio su questo portale: la nostra scelta è stata l’hotel Lunariccione, si trova in centro, ha la piscina e non è distante dal mare. in soli 250 metri si arriva alla spiaggia. È dotata di posti auto, cosa da non sottovalutare, e ha un’ottima connessione wi-fi per chi ha il compagno in smart working. 

Vacanze al mare con neonato: qualche consiglio

So che nonostante i pareri concordi dei pediatri e degli specialisti da mamma hai ancora qualche dubbio, ecco perché voglio condividere con te qualche consiglio che mi è stato dato da professionisti. Per prima cosa sì, i bambini anche molto piccoli possono andare al mare e anche in spiaggia purché venga fatta attenzione all’orario: sì alla mattina presto o al tardo pomeriggio, no nelle ore più calde che sono pericolose anche per noi.

L’aria di mare fa molto bene ai piccoli che possono respirare lo iodio avendo un effetto “aerosol naturale”. Se vai in estate devi sapere anche che è possibile anche fare il bagno con i neonati, è importante però risciacquarli molto bene dopo il bagnetto poiché l’acqua salata potrebbe irritare la pelle più delicata.

Assolutamente sempre crema solare, anche se non esposti direttamente al sole; cosa intendo dire? La crema solare va messa anche se il bimbo è all’ombra. 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio