Benessere e amore

Il benessere di una persona dipende dal fatto che impari ad amare in modo sano e non autodistruttivo; insomma amare in modo da rispettare se stesso e l’altro (la cronaca purtroppo ci dice che questo spesso non accade sia nei rapporti di coppia che familiari).

I genitori come possono educare i loro figli in questo senso? Nel post mi concentrerò in particolare sulle madri. Molte mamme sono “letteralmente travolte dai propri figli” e scelgono di diventare iperprotettive, servizievoli e con una forte tendenza al controllo convinte che questo è ciò di cui i loro bambini hanno bisogno. Ed i loro partner spesso sostengono questo perchè quello che viene incoraggiato nella maternità è propria quella parte fusionale del vivere totalmente in funzione dei propri figli. Ma un genitore che si sacrifica e si annulla educa persone che si amano o piccoli egocentrici?

In realtà a queste madri ed ai loro figli sarebbe di enorme aiuto poter definire i loro confini ed esigenze personali. La premessa di ogni relazione educativa di valore sta proprio nel riconoscere il figlio come un soggetto con le proprie emozioni ed i propri pensieri, unico e degno di rispetto. Solo in questo modo i figli saranno in grado di stabilire relazioni sane e le figlie,in particolare, potranno riferirsi ad un modello femminile sano. I ragazzi potranno imparare rispettare le donne (soggetti autonomi e con la loro vita oltre alla famiglia) e le ragazze a sperimentare ciò che è lecito in una relazione affettiva come dire no ed avere cura della propria integrità personale. Quest’ultima è costituita da confini, valori ed emozioni personali definiti da ogni singolo essere umano sia grande che piccolo. Noi siamo mamme, papà ed anche uomini e donne con propri interessi e desideri oltre a coniugi/compagni come ricordava Erich Fromm in “L’arte di Amare”(1956)

 

“L’amore materno per il bambino che cresce, amore fine a se stesso, è la forma d’amore più difficile a raggiungersi, ed è anche la più ingannevole, a causa della facilità con cui una madre ama la propria creatura. Ma proprio a causa di questa difficoltà, una donna può essere una madre veramente amorosa solo se può amare, se è capace di amare il proprio marito, altri bambini, il prossimo, tutti gli esseri umani. La donna che è capace di amare in questo modo, può essere una madre affettuosa piccolo … la condizione per esserlo è la volontà di affrontare la separazione, e anche dopo la separazione, la capacità di continuare ad amare.”

Carmen 

PsicoClick


Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto