La merenda dei bambini

IL MIGLIOR MODO PER PORTARE A SCUOLA LA MERENDA DEI BAMBINI!

 

La pausa di metà mattina è fondamentale perché i piccoli studenti si ricarichino di energie. Lo spuntino ideale è sano e goloso, ma soprattutto è importante variare merenda ogni giorno.

L’intervallo è davvero un momento sacro, che non andrebbe mai saltato: all’aperto, in corridoio, girando per la classe…ciò che conta è muoversi un po’ e distrarre la mente dalle occupazioni scolastiche. 

Nel corso degli anni la merendina a scuola ha conosciuto tendenze e mode: i bambini degli anni ’80 mettevano in cartella una bibita alla frutta (in cartone) e un panino al prosciutto, oppure l’indimenticabile girella al cioccolato. In poco tempo sono stati gli snack salati ad avere la meglio: patatine, chips in busta, pop corn, biscotti aromatizzati (anche quelli, spesso, al prosciutto) e crackers. Ma oggi tutto è diverso, e anche la merenda va scelta secondo precisi criteri, ascoltando i consigli dei nutrizionisti. Siete in panico? Da mamma sinceramente un pò lo sono, la scelta sugli scaffali dei supermercati è sempre più vasta e le indecisioni sul giusto acquisto sono sempre molteplici. Molte volte lascio decidere a Sofia, abbiamo “concordato” che alterneremo la decisione sulla scelta, una volta decide lei, una volta decido io. Forse sbaglio, forse no, ma a noi va bene cosi. Nel frattempo ho acquistato anche un simpatico porta merenda prodotto da Ludilabel, non è il solito oggetto realizzato con plastiche sottili, anzi è ben solido e collaudato alle più impensate cadute!

 

 

Il porta merenda Ludibox™ sarà il complice del tuo bambino a scuola. Si può personalizzare con nome e cognome ed è un prodotto europeo. Viene consegnato con un kit di 3 carte magnetiche e intercambiabili grazie alle quali il porta merenda si potrà trasformare a seconda dei gusti del momento e inoltre i bambini potranno scambiarle tra loro.

Noi abbiamo scelto l’inseparabile Unicorno, vi piace? A noi tantissimo! Guarda il video…..

 


Ti potrebbe interessare anche:

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto