Watsu, la cura contro lo stress

Lo stress è il disturbo più diffuso del nostro tempo tanto che viene ormai definito la malattia del secolo. Le cause possono essere molteplici ma il risultato è certo: il peggioramento della qualità della nostra vita.

Proprio per questo non dobbiamo assolutamente perdere di vista il nostro benessere fisico e mentale e ricorrere a delle tecniche di rilassamento per ridurre o tenere a bada il livello di stress. Ce ne sono tantissime ma io oggi voglio consigliarvi il WATSU, un trattamento innovativo che viene praticato in acqua a temperatura corporea (35°). 

Il suo nome deriva dalla contrazione di water e shiatsu proprio perché unisce i benefici di questa antica pratica orientale con le virtù dell’acqua calda.

Il Watsuer – ossia l’operatore qualificato – sostiene il corpo del cliente lasciandolo galleggiare e al contempo agisce attivamente applicando stiramenti, rotazioni e digitopressioni.

L’acqua calda unita al sostegno e ai leggeri movimenti facilita il raggiungimento di un rilassamento mentale ed emozionale anti-stress oltre che far emergere blocchi o tensioni sia a livello articolare che muscolare. Tutto viene sciolto dalle mani sapienti del Watsuer e portato via dalla leggerezza dell’acqua in modo da permettere di nuovo all’energia vitale di tornare a fluire liberamente.

 

Quali sono gli effetti benefici?

Riduzione dello stress

Rilassamento delle tensioni muscolari

Miglioramento della circolazione sanguigna

Miglioramento del sonno

Scioglimento delle tensioni

Azione benefica sulla colonna vertebrale

 

Dove praticarlo?

Il Watsu viene praticato nei luoghi dove è possibile sfruttare l’acqua calda in vasche idonee: piscine, club, alberghi, spa e centri termali.

 

A chi è consigliato?

Non ci sono limiti di età o di condizioni fisiche e non occorre nemmeno saper nuotare.

E’ una pratica alla portata di tutti.

La scuola italiana di riferimento è Watsu Italia – sul sito www.watsu.it potrete trovare tutte le info sui corsi o sui percorsi formativi.

Alessandra Caimi

www.waterwoman.it


Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto