Sta arrivando Babbo Natale

“C’era una volta Babbo Natale che portava i regali infilandosi giù dal comignolo. Ora abitiamo in un appartamento, da dove arriverà dato che il camino non l’ho possediamo? Ogni anno mi tocca escogitare un modo diverso per sorprendere i miei bambini”.

Manca poco più di una settimana al Natale ed io sto cercando un modo originale per stupirli anche quest’anno: chissà come giungerà Babbo Natale?

Perché se la leggenda vuole che Babbo Natale arrivi dal camino, noi, ahimè partiamo già svantaggiati, perché appunto non ce l’abbiamo e mi tocca trovare un modo differente per farlo entrare in casa mia.

Il nostro Babbo Natale arriva in orari diversi in base a dove ci troviamo:

  • a casa di Nonna Maria, arriva nei pressi di mezzanotte;
  • a casa nostra, durante la notte in modo che i regali li troviamo la mattina del 25 dicembre.

Quando arriva a casa dei nonni per non farsi riconoscere lascia i regali sul balcone, oppure tra l’ascensore e il pianerottolo e poi va via suonando il campanello. Una volta ha fatto perfino scattare il contatore e quando l’abbiamo ripristinato abbiamo trovato i regali sotto l’albero. Purtroppo non siamo mai riusciti ad acciuffarlo perché eravamo intenti a fare altro: chi cenava, chi rassettava la tavola, chi giocava in una stanza insieme al nonno o agli zii.

Mentre a casa nostra Babbo Natale è molto più ordinato, posiziona perfettamente i regali sotto l’albero. 

Tuttavia per entrare o per uscire lascia spesso qualche traccia: la finestra aperta, un po’ di polvere magica sul pavimento, qualche goccia di latte e caffè sparsa per la casa. E se qualcuno si comporta male tra i regali aggiunge una lettera di avvertimento.

Babbo Natale non l’abbiamo mai visto portarci i regali perché non ha tempo per salutare tutti, lui deve andare veloce altrimenti non riesce a fare il giro della Terra in 24 ore.

Così per due giorni ci resta l’emozione nel scartare i regali e la magia negli occhi dei nostri bambini. Prima di iniziare a spacchettare tutti i doni, i miei bambini rimangono per qualche secondo imbambolati guardandomi negli occhi come per dire “ma è tutto vero? O sto sognando?”, con un misto tra felicità e incredulità e poi diventano tutti rossi e con gli occhi luminosi. E’ il momento dell’anno che preferisco.

Vorrei che credessero nello spirito natalizio il più a lungo possibile, perché è bellissimo credere in qualcosa di magico.

Il tuo Babbo Natale come arriva? Cosa organizzi per i tuoi bambini? Condividi con noi così possiamo imitare la tua idea e rendere il nostro Natale ancora più magico.

Scilla

www.lovemamma.com


Ti potrebbe interessare anche:

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto