I ricordi dei nostri figli: il fotolibro

I figli sono soggetti ideali per le fotografie; che si tratti di un giorno speciale, ad esempio il compleanno, o di una normale passeggiata al parco, ogni occasione è buona per scattare una foto, creando così un’immagine che ci ricorderà per sempre quello specifico momento. Purtroppo però con il passare del tempo tendiamo a guardare sempre meno le fotografie che possediamo, e molte finiscono nel cosiddetto dimenticatoio. Con le foto digitali la situazione è ancora più drammatica, anche perché molte saranno su supporti digitali, altre stipate in un hard disk, o addirittura nel cloud, e difficilmente ci verrà voglia di guardarle. Niente paura, oggi possiamo rendere più piacevole guardare le foto dei nostri figli inserendole in un fotolibro.
Il fotolibro: di cosa si tratta
Un fotolibro è, come dice il nome, un libro, con all’interno delle fotografie a nostra scelta. Ne esistono vari formati, con anche finiture varie e numero di pagine a scelta, cosa che ci consente di dare vita ad un libro completamente su misura. All’interno possiamo mettere tutte le foto dei nostri figli, suddividendole come preferiamo. C’è chi prepara fotolibri suddivisi per anno di vita dei propri figli; chi invece preferisce riunire le immagini per luogo in cui sono state scattate, o per occasione: ad esempio le foto del primo Natale, o la prima passeggiata in spiaggia. I siti specializzati in questo tipo di servizio offrono varie opzioni, a partire da libri minuscoli, ideali da tenere sul comodino, fino ai grandi volumi panoramici, perfetti per le foto delle vacanze.
Come si crea un fotolibro
Perché un fotolibro sia perfetto e ci venga voglia di sfogliarlo spesso la chiave sta nello scegliere le fotografie più belle che possediamo. Se non tutte sono perfette o se hanno qualche difetto no disperiamo; sul sito Cewe è disponibile un comodo software che permette di ritoccare le immagini, ritagliando l’inquadratura o anche modificandone le caratteristiche, ad esempio migliorando la definizione o il contrasto. Chiaramente se una foto è riuscita veramente male, meglio non metterla nel fotolibro. Lo stesso software permette anche di introdurre effetti particolari, come ad esempio uno sfondo tratto da una delle nostre immagini, o addirittura dei testi


In questo tutorial viene spiegato l’inserimento di testi in modo semplice, perché chiunque possa farlo senza errori grossolani.
La parte esterna
Così come è importante decidere quali immagini porre nel nostro fotolibro e quali effetti speciali sfruttare, è importante anche creare un volume che abbia un certo tipo di aspetto esteriore. Per questo possiamo valutare l’idea di usare carta fotografica lucida o satinata, o di modificare la copertina come preferiamo. I materiali disponibili per creare la copertina sono vari, alcuni rigidi altri flessibili. Anche ni copertina possiamo posizionare una fotografia dei nostri figli, oppure possiamo decidere per un colore neutro. Il costo del fotolibro ovviamente dipende dalle sue dimensioni, dal numero di pagine e anche dalla qualità di ogni singolo elemento. Stiamo comunque parlando di un prodotto di tipo professionale, che ha un costo affrontabile da chiunque.


Ti potrebbe interessare anche:

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto