L’importanza per un bambino di avere un animale domestico

“Quante volte i nostri bambini ci hanno chiesto un animale domestico?  Un cane, un gatto, un pesce, un coniglio e chissà quale altro animale? Noi abbiamo scelto un uccellino. Ci sono diversi studi che sottolineano l’importanza di avere un animale domestico nella vita di un bambino. Provo a elencartene qualcuno.”

Ieri a Michelle abbiamo comprato un uccellino. Io e mio marito non eravamo molto uniti nella scelta. Ma io credo che per un bambino sia importante  vivere con un animale domestico.  Quando io ero piccola avevo un cane, un gatto, gli uccellini, le tartarughe d’acqua, e il coniglio. Non vivevo in cascina, ma in un appartamento nel cuore di Milano.

Avere una animaletto domestico aiuta ai bambini a sviluppare il senso di responsabilità, per questo se decidete di avere un pesciolino rosso o un cane è bene abituare il vostro bimbo ad occuparsi del piccolo amico. Dategli un compito e fate in modo che lo esegua sempre. Noi abbiamo deciso che Michelle si occuperà di dare da mangiare all’uccellino appena arriva a casa da scuola e controllare che abbia l’acqua.

Gli animali sviluppano anche il senso di empatia perché i nostri bambini entrano quasi in simbiosi con loro, forse è più difficile con un pesce rosse e più facile con un cane. Ma per il vostro bambino anche il pesce rosso sarà triste e cercherà di capire il perché.

Gli animali riducono lo stress perché offrono ai nostri bambini un amore incondizionato e studi hanno dimostrato che in caso di difficoltà i nostri bambini si rivolgerebbero ai loro piccoli amici. Inoltre accarezzandoli produciamo endorfine che riducono ansia, stress e tristezza.

La probabilità di soffrire di allergia viene ridotta notevolmente se si vive con un animale domestico entro il primo anno di vita. I bambini grazie agli animali domestici imparano la diversità perché si rendono conto che il loro piccolo amico ha esigenze diverse dagli uomini e aumentano le loro conoscenze perché saranno curiosi di sapere tutto sul piccolo amico. Ci sono anche dei Contro da tenere in considerazione: come organizzarsi durante i viaggi, il tempo a disposizione da dedicargli e se si è pronti a riorganizzare la casa per il piccolo ospite.

Ti ho convinto? Tra poco è Natale e saprai come stupire i tuoi bambini.

Scilla

www.lovemamma.com

 


Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto