Anche quest’anno School for Dreamers

Domenica 18 novembre 2018, al Teatro Dal Verme di Milano, si alza il sipario sulla quarta edizione del Dreamers Day, il primo evento al mondo dedicato ai Sognatori pragmatici.

Anche quest’anno School for Dreamers, scuola del capovolgimento fondata da Francesca Del Nero, volta a forgiare una nuova generazione di leader guidata da etica e integrità, riunisce illustri esponenti nell’ambito della cultura, dello sport, della musica, dell’imprenditoria e dell’arte.

Alternandosi sul palco dalle 10 alle 17.30 circa, raccontano come sono riusciti a realizzare il proprio obiettivo, credendo nelle proprie capacità, nella forza del loro Sogno oltre ogni ragionevole dubbio. Questo genera nel pubblico presente un profondo impatto in termini di ispirazione e motivazione. Germoglia nelle coscienze il seme della certezza che chiunque può farcela a individuare e manifestare il proprio Sogno a beneficio proprio e di tutti.

L’energia travolgente del Dreamers Day, a cui gli speaker aderiscono in forma gratuita, spinti e uniti da uno spirito di condivisione, è già sfociata in progetti innovativi e collaborazioni importanti tra spettatori, gli speaker e School For Dreamers. Prova tangibile che i Sognatori, quando si uniscono, possono oltrepassare ogni barriera e creare un network potente e universale.

Francesca Del Nero, padrona di casa dell’evento, sarà affiancata dal giornalista Andrea Bertuzzi, accompagnato dal suo cane Artù, noto su Instagram come The Golden of Milan, con oltre 20mila follower. Dopo il gradimento riscosso nella scorsa edizione, Artù torna nella veste di cane-giornalista, supportando il suo padrone sul palco. L’insolita coppia ha inaugurato una inedita forma di pet journalism, le interviste “ArTUperTU”, nella convinzione che la presenza di un cane possa stimolare la sensibilità e le emozioni degli interlocutori, consentendo loro di aprirsi maggiormente.

 

 

Tra gli speaker che saliranno sul palco quest’anno:
–      Paolo Gallo, executive coach, ex HRCO di World Economic Forum, speaker e autore del libro “La bussola del successo”, tradotto in sette lingue.
–      Sara Turetta, fondatrice di Save the Dogs and Other Animals, passata da una carriera in PR&Advertising all’incontro con i massacri dei cani in Romania, esperienza che ha dato vita alla sua missione: fondare un’associazione internazionale di protezione degli animali. «C’è un filo che lega il nostro destino a quelli degli altri esseri viventi. La nostra fatica di vivere è la loro fatica. Il nostro desiderio di felicità è il loro»
–      Joshua Coombes, il barbiere inglese che dal 2015 dedica la sua vita a tagliare i capelli ai senzatetto per donare loro un po’ di autostima e dignità, di cui si è interessato anche Morgan Freeman con un documentario trasmesso da National Geographic (#dosomethingfornothing). «Non sai mai quanto una tua azione può cambiare la giornata di una persona in meglio e cambiare completamente la sua prospettiva».
–      Ivan Tallarico, fondatore e ceo di Hi-Interiors, startup dedicata ad accompagnare il settore del mobile attraverso la trasformazione digitale.
–      Don Mazzi, nel 1980 fonda la Comunità Exodus per il recupero di ragazzi tossicodipendenti. «Nessun ragazzo è un bullo per sempre ma dobbiamo trovare il coraggio di ripensare radicalmente il sistema scolastico».
–      Rosario Esposito La Rossa e Maddalena Stornaiuolo. Con la loro associazione Vo.di.Sca (acronimo di «Voci di Scampia»), nel 2017 hanno aperto La Scugnizzeria, una piazza di «spaccio» libri: la prima libreria tra Melito e Scampia con l’obiettivo di creare «una vera rivoluzione culturale».
–      Francesca Corrado, economista e ricercatrice, fondatrice della prima Scuola del fallimento. Racconterà come l’insuccesso e l’errore siano una tappa quasi obbligatoria nella strada verso il successo. «Bisogna volere l’impossibile affinché l’impossibile accada».
–      Andrea Roberto Bifulco, Chapter Director di Startup Grind Milano, che con oltre 5000 membri è la più grande community di startup in Italia.
–      Chiara Gallana, dopo la sua partecipazione X-Factor con il nome d’arte Aba, ha ideato Oxygen, una piattaforma che mette in contatto aziende, enti e fondazioni da un lato, onlus ed enti del terzo settore (no profit) dall’altro. Il suo progetto è stato premiato da «Land For Dreamers», contest promosso da Land Rover e presentato nell’edizione dello scorso anno del Dreamers Day.
–      Luca Taverna e Lucia Dell’Aquila. Lui è fondatore di International Experimental School, la prima scuola mondiale esperienziale, e di campi estivi per lo sviluppo dei talenti sfidando consuetudini e vecchie credenze. Lei è una delle maggiori esperte europee sull’età evolutiva.
–      Emanuele Anchisi, imprenditore, fondatore di Scuderia 1918. Racconterà di come il suo viaggio alla ricerca dell’oro l’abbia portato a trovare tesori molto più preziosi e alla realizzazione del suo sogno più grande.

  • Nicolò Govoni, fondatore di una scuola per bambini rifugiati in Grecia, che accoglie un team internazionale d’insegnanti e fino a 100 studenti ogni giorno. Perché lo fa? «Per celebrare la vita e farne il miglior uso possibile».


Nelle tre edizioni precedenti il Dreamers Day ha visto la partecipazione di oltre 1500 spettatori e la presenza di più di 60 speaker italiani e internazionali. Tra questi: Ervin Lazlo, Marcia Wieder, Fabrizio Macchi, Stefano Simontacchi, Carla Perrotti, Adolfo Panfili, Andrea Illy, Pasquale Forte, Giovanni Gastel, Elisabetta Dami, Sua Altezza Reale Alreem Al Tenaiji e Pier Mario Biava.

Per acquistare il biglietto per l’edizione 2018 cliccate —> qui
Per maggiori informazioni sull’evento consultate il sito: www.dreamersday.it 
Per maggiori informazioni sulla filosofia e le attività di School For Dreamers: www.schoolfordreamers.com


Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto