Pronta a ripartire?

Sei alla fine del tuo periodo di maternità o stai pensando seriamente di ritornare a lavorare dopo esserti dedicata ai tuoi bambini. Ecco alcuni consigli per riprendere in mano la tua carriera.

Il momento è arrivato. La decisione è presa.

Comincia a organizzare la tua strategia di rientro con questi suggerimenti che ti renderanno il viaggio più leggero.

 

1) Cosa faresti se i soldi non esistessero?

Quando diventi mamma il tuo modo di affrontare la carriera cambia inevitabilmente, le tue priorità sono totalmente diverse. Quindi inizia con il porti questa domanda. Prendila seriamente non è una questione poi così banale, e neppure un gioco. Riflettici e datti del tempo per elaborare la risposta. Rimugina un po’ su questo concetto, lascia che il tuo subconscio lavori.

L’obiettivo principale è quello di trovare un’attività che ti possa interessare senza sentire la pressione del denaro. Il tipo di lavoro che ti appassiona, senza senso di necessità o pratico. Liberati da ogni legame con la realtà – la userai dopo – ed esplora i meandri più nascosti del tuo cuore In questo modo riuscirai a capire le tue motivazioni e quale via intraprendere.

 

2) Sfrutta al massimo il tuo periodo di maternità

Non è una sorpresa che molte madri decidano di cambiare carriera, o persino di cominciare un’attività in proprio mentre sono a casa con i bambini (J.K. Rowling ti dice niente?). Per molte donne questo è un periodo altamente creativo e liberatorio, quasi catartico. Sei fuori dalla routine quotidiana del tuo lavoro di un tempo che sicuramente ti assorbiva tutte le energie. E’ la tua occasione di un grande cambio di prospettiva.

Allora chiediti come ti vedi con il tuo lavoro “passato” adesso che ne sei lontana. Ritornare a fare quello che facevi ti elettrizza? Ti mancano i tuoi colleghi? O tremi alla sola idea di tornare in quell’ufficio? Se ti pervadono emozioni negative, cerca di capire a cosa puoi ricondurle. Quale aspetto del lavoro di un tempo non va più bene per te? E cosa ti piacerebbe tornare a fare?

 

3) Stabilisci cosa vuoi dal tuo futuro lavoro

Se hai una vaga sensazione di non sentirti più di percorrere quel cammino cerca di sfruttare qualsiasi opportunità ti si presenti per capire in che direzione preferiresti orientarti.

Parla con altre persone che stanno facendo quello che ti piacerebbe fare o anche solo ti interesserebbe. La realtà è vicina alla fantasia oppure ciò che comporta quella professione non è poi proprio quello che desideri? E come fare per realizzare il tuo obiettivo?

Cerca di fare qualche esperienza in quel campo o di acquisire nozioni in quel settore. Puoi cominciare a fare qualcosa di concreto per realizzare il tuo sogno? Ci sono tante possibilità di volontariato o di imparare online, basta cercare.

Se infatti sei convinta che quell’ambiente di lavoro non ti appartiene più, allora prenditi il tempo e l’opportunità per programmare con attenzione i primi passi da intraprendere per cambiare carriera o metterti in proprio.

Se riesci a chiarire il più possibile cosa vuoi da un futuro posto di lavoro, sarà più facile identificare il settore e il ruolo. Dunque comincia a fare una lista di cosa vuoi. Prendi in considerazione: orario di lavoro, flessibilità, distanza, dimensione aziendale, valori dell’azienda, compiti giornalieri.

 

4) Aggiornati, stabilisci dei contatti

Se dopo tutte le considerazioni hai capito che ami il tuo lavoro, c’è ancora molto che puoi fare durante la tua pausa per mantenerti aggiornata per il tuo rientro. -magari sei rimasta in contatto con ex-colleghi e ti sei sempre interessata alle notizie nel tuo settore, cerca di non sentirti troppo disconnessa, altrimenti prova a riprendere le fila del discorso, cosa succede, chi sono le persone più in vista. Questo per non sentirti spaesata ai colloqui di lavoro, ma anche quando ritornerai in ufficio.

 

5) Rendi la tua pausa superpositiva

Se ci credi veramente, sarà più facile convincere anche gli altri che sei la persona giusta per un posto, da tuo marito ai tuoi amici e conoscenti inclusi i recruiter.

Non ha importanza quale ambizioni di carriera tu abbia, se non hai fiducia in te stessa. E se non hai sogni da seguire. Mentre pensi che le tue competenze non esistano più perché ti sei abituata a cambiare i pannolini, sappi che non è così. Anzi hai guadagnato skill che alcuni manager non riescono ad acquisire in anni, ma se ti tormenti con poca fiducia in te stessa e dubbi sulle tue capacità tutto ti sembrerà insormontabile.

Diventare mamma è meraviglioso e ti cambia la vita. Ma è anche importante costruire qualcosa di tuo. E se vuoi o devi ritornare al lavoro parte da te, con questi consigli inizia a concretizzare le tue idee e poi comincia!

www.secondoround.com


Ti potrebbe interessare anche:

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto