Come fare uno shampoo come dal parrucchiere

Ogni volta che andiamo dal parrucchiere, usciamo con i capelli lucidi, morbidi e setosi. Quando facciamo lo shampoo a casa invece, restano spesso ispidi e opachi. Senza dubbio la professionalità del personale qualificato del salone fa la sua bella differenza, ma la vita frenetica delle mamme non sempre lascia lo spazio per una rilassante seduta dal parrucchiere. Vediamo quindi quali sono i trucchi che gli hair stylist più famosi  ci suggeriscono per avere un effetto salone anche a casa.

Distribuire bene lo shampoo

Il gesto più comune che si esegue quando si fa lo shampoo è quello di prendere la bottiglia   e versare tutto lo shampoo occorrente nel palmo della mano per poi metterlo sulla sommità della testa. In questo modo però lo shampoo non viene distribuito su tutta la capigliatura   in modo uniforme  e si avrà quindi una zona troppo carica di prodotto e diverse zone dove invece non arriva nemmeno una goccia. Il modo più corretto prevede di prelevare piccole quantità di prodotto per volta, stemperarlo tra le dita con un po d’acqua e distribuirlo sulla parte alta della testa, ai lati delle orecchie e sopra la nuca. 

Lavare bene la cute

Dopo aver distribuito correttamente lo shampoo, inserire le dita tra i capelli  e massaggiare delicatamente la cute con i polpastrelli. Con la prima passata di shampoo si agisce sul  grasso presente nei capelli, mentre con la seconda passata si rimuovono tutte le impurità.  Si possono usare due diversi prodotti per la prima e per la seconda passata di shampoo, in modo da far agire sinergicamente i vari principi attivi e risolvere così due diverse anomalie . Per esempio, il  primo shampoo può essere un prodotto un sebo-regolatore, che inibisce l’eccessiva produzione di grasso, mentre il secondo può essere uno shampoo idratante che restituisce morbidezza alle punte secche e rovinate.

Evitare di sfregare la cute in caso di capelli grassi

Se un’eccessiva produzione di sebo rende i capelli molto grassi, sfregare vigorosamente la cute con le dita per eliminarlo, produce esattamente l’effetto contrario. Il grasso dei capelli infatti ha una natura protettiva e se viene eliminato del tutto, le ghiandole deputate alla sua produzione reagiscono aumentando la quantità di sebo prodotto, per mettere di nuovo  i capelli al sicuro dagli attacchi esterni. E’ meglio lavare i capelli delicatamente, evitando di sfregare la cute e massaggiando i capelli con i polpastrelli e supportati da un buon prodotto sebo-regolatore.  In questa maniera la risposta delle ghiandole sebacee, sarà via via meno violenta e si vedranno ben presto i risultati : capelli che restano puliti molto più a lungo!

Regolare il getto e la temperatura dell’acqua

L’acqua è uno degli elementi più importanti durante lo shampoo. Per prima cosa il  getto non deve essere ne troppo forte, ne troppo diretto. La ciotola della nonna per bagnare i capelli, è un vero toccasana per la loro salute. In alternativa, regolare al minimo il getto  e bagnarli delicatamente, come in un rituale di bellezza. La temperatura dell’acqua poi, non deve essere troppo calda, in caso contrario i capelli saranno più  soggetti alla rottura, specie se si ha l’abitudine di pettinarli sotto la doccia. Nelle zone dove l’acqua è più dura, l’ideale sarebbe fare l’ultimo risciacquo con acqua decantata, in modo da renderla più dolce. L’accumulo di calcare nei capelli infatti li rende duri e ispidi, difficili da pettinare.

Usare prodotti adatti alle esigenze dei capelli

Una settimana i capelli sono splendidi e la settimana successiva fanno disperare.  Le condizioni di salute, lo stress, i fattori ormonali, i farmaci, lo stile di vita e gli agenti atmosferici, possono dare origine a reazioni diverse nei capelli anche in tempi molto rapidi. Fare una diagnosi professionale permette di evidenziare quali sono le caratteristiche di base del capello. In molti saloni questo servizio viene offerto gratuitamente ed è spesso eseguito con l’aiuto di una microcamera capillari, che permette di osservare i capelli alla radice, estrapolando informazioni preziose per la cura dei capelli. In questo modo si potranno acquistare  i prodotti più adatti alle proprie esigenze e al proprio stile di vita (lavoro, sport, hobby)  integrandoli all’occorrenza con  prodotti per i problemi specifici.

 

Elizabeth Tabacco

Parrucchieri Felici


Ti potrebbe interessare anche:

1 commento

  1. Ho scoperto che faccio due grandi orrori…. in primis metto lo shampoo sulle mani e lo diatribuisco male e poi avendo i capelli grassi sto li a strofinare tantissimo…. questo articolo mi ha aperto un mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto