Bella lodi, la storia dei formaggi italiani

Noi italiani abbiamo l’abitudine di vantarci sempre di tutte le cose belle che abbiamo e, siccome ne abbiamo moltissime, a volte ci dimentichiamo di tutte quelle buone. In un momento in cui siamo tutti diventati più severi nei confronti della qualità del cibo, il mondo, infatti, invidia le nostre delizie tipiche, tra cui, certamente, i migliori formaggi italiani.
Oggi voglio farti conoscere l’azienda Bella Lodi e di alcune prelibatezze da loro prodotte.
La loro produzione casearia è molto ampia e racchiude al suo interno anni di storia, di tradizione e di impiego di materie e sistemi produttivi unici.
Il segreto della loro attività è semplice: basta essere nati in una famiglia da sempre legata all’agricoltura nel cuore della valle padana, dove i prati stabili, seminati per la prima volta nel medioevo dai monaci cistercensi della Abbazia del Cerreto, non sono mai stati arati da allora.
Il loro cavallo di battaglia?
La Raspadura, soffice e leggera si scioglie piacevolmente in bocca, esaltando tutte le caratteristiche e la bontà del formaggio Bella Lodi.
Fatta rigorosamente a mano come vuole la tradizione, è il tocco di eccellenza che conquista il palato del giovane innovativo ma anche dell’adulto che ama i prodotti tradizionali e tipici.
Provala sulla pizza appena sfornata, un’idea originale e stuzzicante. Nella pappa del tuo bambino, ideale soprattutto se intollerante al lattosio oppure sulla pasta per arricchire e decorare ogni tipo di pasta.
E che dire del formaggio Bella Lodi?
E’ prodotto da un unico e solo antico caseificio che vanta una storia si oltre 100 anni, situato nel comune del Parco Adda Sud. Il suo intenso profumo e il suo bellissimo colore bianco, regala sapore deciso ma non piccante e ne tanto meno salato. Un formaggio perfettamente stagionato e appetibile dalla inusuale crosta nera.
Tantissimi prodotti ti aspettano sul loro sito web dove troverai una vastissima gamma di specialità pronta a soddisfare qualsiasi palato.

www.bellalodi.it  

www.raspadura-lodigiana.it

Non sono mai stata un asso in cucina, ma combinare ingredienti semplici associandoli ai giusti prodotti, rende il tutto molto più gustoso e saporito.
Oggi per pranzo ho preparato un piatto tipicamente invernale che spesso porto in tavola durante questo gelido periodo dell’anno…
Questa volta ho aggiunto una piccola variante che ha impreziosito e non poco ciò che ho preparato.

VERZA, PATATE e RASPADURA!
Il piatto è davvero semplice nella sua elaborazione e personalmente adotto sempre una versione più leggera, ossia senza soffriggere .
Dopo aver lavato e pulito la verza la inserisco direttamente in pentola, aggiungo una patata tagliata a pezzetti, cospargo di semi finocchietto, un paio di bicchieri di acqua ed infine un goccio di olio e un pizzico di sale.
Porto a bollore per una ventina di minuti, cosi facendo ho ottenuto un piatto non solo dietetico, ma ricco di gusto nonché salutare.
Una volta aver impiattato le mie verdure abbondo di Raspadura…

Ho aggiunto tale prelibatezza anche ad una semplice pasta al pomodoro: Divorato!

  


Ti potrebbe interessare anche:

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto